La corsa delle onde

La corsa delle onde - Maggie Stiefvater, Maria Concetta Scotto di Santillo description

Un campo magnetico è invisibile all'occhio umano ma i suoi effetti son ben percepibili. Tutti i magneti hanno almeno due poli. L'amore per la letteratura è il mio campo magnetico ed Io e Questo libro abbiamo formato un magnete ove io rappresento un estremità del polo e la Stiefvater, con questo straordinario romanzo, l'altra estremità.

water horse photo: water horse ecumeme.jpg

Questo romanzo ti attira a se come una calamita, lentamente e man mano che la distanza diminuisce, ti rapisce, ti fonde diventando un tutt'uno con il tuo essere.

Questo romanzo riesce a farci respirare l'aria di salsedine, il sapore del pan di novembre, l'imbarazzo di un amore crescente, il fascino di segreti antichi, la speranza posta nell'infinità dell'azzurro, il dolore delle perdite subite, il legame con un essere mostruoso, ed il significato di amare.

Mi sono ritrovata innamorata di quest'isola misteriosa, e dei suoi personaggi. Ho adorato Sean, con il suo carattere introverso, e Puck/Kate, con il suo carattere focoso. Ho fantasticato su ogni minimo dettaglio, su ogni minimo granello di sabbia calpestato dalla magnifica creatura marina di Sean, Corr, e quella terrena di Puck, Dove.

Semplicemente straordinario. Non vi sono parole per descriverlo, bisogna leggerlo per capirlo ed apprezzarlo. Un testo che ti permette di sognare come pochi. Un sogno che diviene così reale nelle nostre menti che risulta quasi difficile capire dove inizia la realtà e finisce il sogno.

"dovrebbe essere normale andarsene? Nessuno ti chiede mai perché tu resti, Sean Kendrick?"
"Me lo chiedono eccome."
"E quindi perché?"
"Per il cielo e la sabbia e il mare e Corr."

"Non sarò il tuo punto debole, Sean Kendrick."
Adesso alza gli occhi su di me. Con voce morbida e bassa, mormora: "Ormai è troppo tardi per questo, Puck"

"Gli altri ci riescono?"
Il suo viso non cambia espressione. "Non ci sono altri. Tu sei l'unica."

- Mi preme il pollice sulla vena. I miei battiti si interrompono per un istante e poi accelerano sotto la sua pelle. Sono paralizzata da quel contatto, una specie di potente incantesimo.

Cammina lento, a fatica, e il mare canta per attirarci entrambi, ma lui torna da me.